Graffe napoletane, la ricetta delle ciambelle fritte soffici

Print Friendly, PDF & Email

Le graffe napoletane sono un dolce tipico del Carnevale, ma la loro bontà le rende perfette per essere gustate in qualsiasi momento dell’anno. Si tratta di ciambelle fritte, morbide e profumate, ricoperte di zucchero semolato. La loro preparazione è semplice e veloce, non richiede ingredienti costosi e il risultato è sempre una vera e propria golosità.

Ottime a colazione bagnate magari nel latte, o come semplice merenda, possiamo farle anche nel forno di casa in forno statico a 180° ed evitare così la frittura. Prepararle in casa per la propria famiglia è proprio una bella soddisfazione e devo dire che… vanno proprio a ruba!

RICORDA DI PROVARE ANCHE:

Segui il procedimento nel video per fare le graffe napoletane a casa
  • DifficoltàFacile
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Metodo di cotturaFornoFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

550 g farina 0
200 g latte
2 uova
60 g zucchero
25 g lievito di birra fresco
70 g olio extravergine d’oliva
1 bustina vanillina

Per la frittura

1 l olio di arachide (oppure olio di semi di girasole)

Passaggi

1- Sciogliamo il lievito nel latte e versiamolo nel contenitore, aggiungiamo le uova, lo zucchero, l’olio e la vanillina.

2- Mescoliamo bene con la frusta e aggiungiamo la farina un po’ alla volta, incorporandola man mano. Quando l’impasto inizia a diventare più solido continuiamo ad impastarlo con una marisa o con un cucchiaio di legno.

3- Lasciamo da parte una piccola quantità di farina e continuiamo ad impastare a mano sul tavolo finché sarà assorbita.

4- Ad un certo punto l’impasto risulterà essere grezzo ed appiccicoso, lasciamolo riposare coperto dal contenitore per 15 min., poi con un giro di pieghe andiamo a renderlo più liscio e forte.

5- Posizioniamo l’impasto in un contenitore leggermente oliato e aspettiamo che raddoppi.

6- Dopo il raddoppio portiamo l’impasto sul tavolo infarinato e con le dita andiamo ad appiattirlo, prima con le mani poi aiutandoci con il mattarello, fino ad ottenere uno spessore di 1 – 1,5 cm.

7- Con un coppa pasta o un bicchiere rovesciato andiamo adesso a creare la forme della ciambella. Con un bicchiere più piccolo creiamo il buco caratteristico al centro, posizioniamole poi su una teglia rivestita da carta forno.

8- Copriamo con un canovaccio per non farle seccare e lasciamo lievitare per altri 20 min.

9- Mentre aspettiamo riscaldiamo l’olio portandolo a 170° circa, poi immergiamo le ciambelle nell’olio bollente, cuocendole qualche minuto per lato, fino a completa doratura.

10- Una volta cotte passiamole nello zucchero ancora calde, saranno super golose!

Conservazione

Le graffe possono essere conservate in un contenitore ermetico per 2-3 giorni.

Consigli

Le graffe possono essere decorate con crema pasticcera, Nutella o confettura.

Se non si possiede un termometro da cucina, per controllare la temperatura dell’olio immergere uno stuzzicadenti: se si formano delle bollicine intorno, l’olio è pronto per friggere.

Entra a far parte della community di @foodandnature_, realizza la ricetta e condividila con l’hashtag #mevenutavoglia. Mostreremo le tue creazioni nella nostra gallery.
Segui le ricette nel canale Whatsapp, ti aspetto!

Pubblicato da Salvatore Mancini

Appassionato di graphic design, cucina e orto sul balcone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Content is protected !!